(+39) 049.772027

commerciale@arpadova.it

Grandi restauri

Rovereto (TN) - Teatro Zandonai

Il teatro Zandonai di Rovereto, di impianto originario fine settecento, ma di attuale connotazione tardo ottocentesca, rappresenta uno dei più importanti e particolari esempi di teatro barocco del nord Italia. Il laborioso intervento di restauro che ha interessato il teatro in tutti i suoi aspetti (decorativi, impiantistici, strutturali e tecnologici) ha riportato alla luce con assoluto rispetto e con scientificità l’incredibile ricchezza decorativa, soprattutto dal punto di vista cromatico, che caratterizza questa piccola bomboniera.

Vedi i dettagli dell'intervento

Vicenza - Chiesa di Santa Corona

Il complesso conventuale di Santa Corona venne fondato nel 1260 ad ordine del Vescovo di Vicenza, Bartolomeo Braganze, per custodire una reliquia chiamata Sacra Spina (da cui poi la chiesa prese il nome). La struttura continuò ad espandersi nel tempo tramite una lunga serie di annessioni e aggiunte fino al 1872 con l’aggiunta della Cappella di Sarego.

Vedi i dettagli dell'intervento

Venezia – Basilica di San Giorgio, Sacrestia Palladiana

L’intervento di restauro ha riguardato l’intero apparato decorativo della sacrestia: gli arredi lignei settecenteschi, gli elementi lapidei delle finestre, del portale d’ingresso, delle cornici e delle statue di San Giorgio e San Marco, i dipinti murali del grande orologio con stucchi dorati e del monocromo prospettico della parete di fondo e infine due importanti tele: La Purificazione della Vergine di Palma il Giovane e San Giorgio e il drago di scuola Tintoretto.

Vedi i dettagli dell'intervento

Palermo - Chiesa del Gesù in Casa Professa

La chiesa del Gesù nota anche come Casa Professa, è una delle più importanti chiese barocche di Palermo e dell'intera Sicilia. Edificata per volontà dei Gesuiti alla fine del Cinquecento e sottoposta a numerosi interventi e rimaneggiamenti nell’arco dei secoli a venire, costituisce un importante esempio di fusione tra architettura, pittura e decorazione plastica.

Vedi i dettagli dell'intervento

Verona – Chiesa dei Santi Fermo e Rustico

La chiesa di San Fermo Maggiore è una delle costruzioni religiose più interessanti ed originali della città di Verona, composta da due chiese connesse e sovrapposte l'una all'altra. Un unicum in cui lo stile romanico tipico del X-XI secolo si fonde armoniosamente con il gotico del XIV secolo. La chiesa inferiore fu eretta tra il 1065 e il 1143, sui resti di un'antica pieve del V secolo, già dedicata ai Santi Fermo e Rustico che in questo luogo erano stati martirizzati.

Vedi i dettagli dell'intervento

Padova - Palazzo della Ragione

L’intervento di restauro presso il Palazzo della Ragione a Padova ha riguardato le facciate nord e Est dell’edificio, compreso il loggiato al primo livello, la copertura, con sostituzione di travi e copertura in piombo.

Vedi i dettagli dell'intervento

Caprarola (VT) – Villa Farnese

L’intero palazzo, e soprattutto la bellissima scala elicoidale progettata e dipinta da Jacopo Barozzi detto il Vignola, può essere considerato uno dei più importanti monumenti per la storia del manierismo e della cultura tardo-cinquecentesca.

Vedi i dettagli dell'intervento

Arezzo - Cattedrale di San Donato

Imponente costruzione gotica, avviata sul finire del Duecento e protratta con varie interruzioni fino all'inizio del Cinquecento, il Duomo domina con la sua mole la sommità della collina aretina, svettando su tutte le vedute della città. La facciata, rimasta incompiuta, è stata realizzata all'inizio del Novecento su disegno di Dante Viviani. L'interno è a tre navate, senza transetto, con cinque campate scandite da pilastri a fascio e con volte a crociera. Capolavoro dell'arte vetraia è il ciclo delle sette vetrate eseguito da Guillaume de Marcillat (1516-1517 e 1522-1524).

Vedi i dettagli dell'intervento

Carpi (MO) - Cattedrale di Santa Maria Assunta

La costruzione della chiesa iniziò nel 1514 e fu ultimata sul finire nel XVIII secolo; l’interno a tre navate rispetta la progettazione rinascimentale dovuta a Baldassarre Peruzzi e derivata dalla basilica di San Pietro in Vaticano. Pregevoli le opere d’arte e di arredo che arricchiscono le cappelle e gli altari con dipinti seicenteschi.

Vedi i dettagli dell'intervento

Padova - Abbazia di Santa Giustina

Gli interventi svolti all’interno del complesso dell’Abbazia di Santa Giustina hanno interessato un ampio arco temporale, coinvolgendo differenti ambiti e operando su diverse tipologie di superfici. L’Abbazia rappresenta uno degli esemplari più grandiosi e geniali di libera e ragionata traduzione in stile del tardo Rinascimento, della grande architettura imperiale romana.

Vedi i dettagli dell'intervento

Padova – Basilica del Santo: Cappella di san Giacomo e Biblioteca Antoniana

Gli interventi svolti in Basilica sono stati molteplici ed hanno interessato tipologie di materiale differenti, tutti però caratterizzati da enorme valore storico artistico. I restauri sono stati condotti in occasione del Giubileo, in un arco di tempo molto ridotto, operando in assoluta collaborazione e sinergia con gli ispettori dell’ICR e con tutti gli enti di tutela preposti.

Vedi i dettagli dell'intervento

.